fbpx

Come vendere piante online e abbattere i costi

dixit

Vendere piante online farà fiorire il tuo vivaio anche sul web.

Per chi ha un negozio di piante fiori o semplicemente desidera commercializzare online questi prodotti, vendere piante online può rappresentare una discreta fonte di guadagno. Infatti se qualche anno fa vendere beni e servizi su internet sembrava un’opzione complessa e destinata a pochi, attualmente è un’opportunità che può essere sfruttata da un pubblico sempre maggiore.

Questo cambiamento radicale è avvenuto per due motivi:

  • lo sviluppo di una cultura più “smart”, fiduciosa verso le nuove tecnologie;
  • le molteplici soluzioni di vendita online che si sono sviluppate negli ultimi tempi.

Dal cibo ai vestiti, fino ai giocattoli per bambini o ai rari oggetti da collezione, tutto (o quasi) può essere venduto e acquistato sul web. Anche quella di vendere piante online, quindi, è una scelta abbastanza praticata da venditori di grandi o piccole dimensioni.

Se anche tu stai pensando di vendere piante online per incrementare le vendite del tuo negozio fisico o se non possiedi uno store, ma desideri comunque commercializzare piante e fiori unicamente sul web, sei nel posto giusto per sapere come fare, quali vantaggi ottenere e come abbattere i costi.

Vendere piante online conviene. Ecco perché

Vendere piante online può rivelarsi una scelta commerciale vincente, soprattutto usando il canale giusto e una corretta strategia di marketing.
Ad oggi, infatti, i consumatori sia offline che online sono sempre più esigenti e desiderano acquistare prodotti specifici fatti apposta per i propri gusti e necessità. Di conseguenza, valutano non solo le possibilità di acquisto dei negozi fisici situati nelle vicinanze, ma esplorano anche tutte le offerte del web. Inoltre il settore delle piante, dei fiori e di tutte le composizioni di settore gode di una particolare fortuna, ecco perché:

  • Ricorrenze da festeggiare tutto l’anno: compleanni, onomastici, anniversari, festività religiose ecc… sono ricorrenze che non smetteranno mai di essere celebrate e le piante o i fiori sono sempre una buona idea per un regalo gradito, magari fatto recapitare direttamente a casa;
  • Crescente interesse verso l’home design: uno dei settori che sta registrando grande successo da parte dei consumatori è quello dedicato all’hobbistica e all’home design sia d’interni che di esterni. Per questo piante, fiori e arbusti, soprattutto se dotati di qualche particolare qualità estetica sono molto apprezzati sia per decorare gli spazi che per esercitare l’hobby del giardinaggio;
  • Poter comprare quando e dove si vuole: questo fattore non è associato solo alla vendita di piante online, ma a tutti i beni e servizi che possono essere acquistati sul web. I consumatori possono effettuare acquisti in ogni momento e ciò rappresenta una caratteristica molto apprezzata dagli acquirenti che non hanno praticamente nessun limite nell’effettuare le proprie compere.

Vendere piante online quindi è un’opzione sicuramente da valutare per incrementare il proprio business. Tuttavia, se tale attività non viene inserita in un piano d’azione mirato, o in una strategia di marketing accattivante, potrebbe essere causa di investimenti sbagliati e perdite di tempo oltre che di denaro. Pertanto, se si vuole svolgere un lavoro professionale ed evitare soluzioni amatoriali o fai da te, consigliamo sempre la consulenza o il parere di un esperto prima di intraprendere questo percorso.

Vendere piante online, come abbattere i costi

Una volta stabilito che la vendita online di piante e fiori potrebbe essere la soluzione giusta per il tuo business, sicuramente un aspetto da chiarire è come farlo al meglio per abbattere i costi e riuscire a ricavare maggior profitto possibile da tale attività.
Che tu venda piante al dettaglio o all’ingrosso, è bene sapere che oggi sono presenti tantissime soluzioni per commercializzare online i propri prodotti, ognuna specifica per soddisfare determinate esigenze.

Potremmo però raggruppare tutte le soluzioni in due macro categorie:

  • vendita online tramite piattaforma gestita da terzi: in questo caso parliamo di piattaforme o marketplace come Amazon, eBay, Etsy ecc dove più rivenditori possono caricare e vendere i propri prodotti. Non si dispone di un sito proprio, ma si accede alla piattaforma tramite iscrizione, che può essere gratuita o a pagamento. Le vendite sono soggette a commissioni così come talvolta anche le transazioni;

Puoi approfondire l’argomento leggendo l’articolo:

Quali sono le migliori piattaforme di vendita online

 

  • vendita online tramite un proprio sito ecommerce: gli ecommerce possono essere personalizzati in ogni dettaglio e appartengono esclusivamente ad un unico rivenditore. Potrebbero sembrare soluzioni più costose, ma non hanno spese di commissione e spesso molte componenti o estensioni sono gratuite.

Qualunque soluzione si scelga di adottare, in ogni caso, sicuramente sarà bene cercare di abbattere i costi al massimo. Ma come fare?
In linea di massima chi sceglie di vendere piante fiori e qualsiasi prodotto online, già sta abbattendo costi di deposito e di fitto. Il fitto risparmiato si può riferire sia a quello di un negozio nella sua interezza (nel caso in cui non esiste sede fisica) che a quello di un eventuale deposito. Anche le utenze, di conseguenza saranno risparmiate.

Inoltre ecco qualche suggerimento per ridurre ulteriormente le spese e ottimizzare al massimo il proprio business su ecommerce:

  • Fornitori: la giusta scelta dei fornitori è indispensabile per risparmiare sia su grandi che su piccole quantità di merce. Stabilire un rapporto continuativo con essi, infatti, potrebbe dar luogo a sconti, agevolazioni e altre offerte convenienti;
  • Spedizione: chi vende online ha certamente delle spese a cui non può sottrarsi, ovvero quelle di spedizione. Tuttavia si può risparmiare rivolgendosi a ditte specializzate che prevedono sconti o pacchetti su un tot di spedizioni garantite minime;
  • Piattaforma di vendita: altro fattore da non trascurare è la scelta della piattaforma di vendita più conveniente. Spesso affidarsi a marketplace che richiedono abbonamenti mensili può essere più costoso che realizzare un sito proprio. Per questo è bene valutare ogni opzione su lungo termine.

Vendi piante e fiori sul tuo shop online

Se ti sei finalmente convinto a vendere fiori e piante online, ma non sai da dove cominciare o sei alla ricerca di un consiglio professionale per indirizzare il tuo business sulla strada giusta, chiedi una consulenza, oppure consulta tutte le nostre soluzioni per aprire uno shop online.
Da sempre curiamo la comunicazione e le vendite online dei nostri clienti, grandi o piccoli che siano per aiutarli a potenziare il proprio business.

Richiedi una consulenza

L’autore

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

immagine in copertina: Photo by Ylanite Koppens from Pexels

Leggi anche

×

Collegati con un consulente tramite WhatsApp

×